I bambini e l’arresto cardio-circolatorio

child-electrodesQuando un bambino piccolo (<25 kg) ha un arresto cardio-circolatorio, di solito non è causato dalla fibrillazione del suo cuore. Qualche esempio delle cause più probabili:

  • Soffocamento
  • annegamento

Il trattamento corretto in questo caso è:

  • (far) chiamare il 118
  • cominciare con la rianimazione

Siccome non è sempre possibile stabilire la causa originale dell’arresto cardio-circolatorio, bisogna sempre andare a prendere il defibrillatore.

Quando una vittima pesa meno di 25 kg, l’uso degli elettrodi pediatrici è raccomandabile, ma non necessario.

Motivi per usare le piastre pediatriche:

il DAE usa un database pediatrico specifico per l’analisi del cuore (il ritmo cardiaco normale di un bambino è (molto) più veloce di quello di un adulto).

la scossa elettrica del defibrillatore si abbassa dai 150 joule normali ai 50-80 joule.

L’adattamento del database, del protocollo e dei joule varia di marca in marca. In questo articolo si parte dai defibrillatori Philips.

Motivi per NON usare le placche pediatriche:

bisogna sostituire gli elettrodi durante un momento di panico, il che può portare a un ritardo. Una chiave pediatrica o bottone per passare alla funzione pediatrica può essere una soluzione.

anche con gli elettrodi per adulti si può usare il defibrillatore sui bambini che pesano meno di 25 kg.

il consiglio italiano scrive nelle direttive attualmente in vigore: se non sono disponibili i pads pediatrici, si possono usare anche i pads per adulto sul bambino, con l’accortezza di non sovrapporre mai gli elettrodi.

nei bambini che pesano meno di 25 kg, l’arresto cardio-circolatorio causato dalla fibrillazione, capita meno di cinque volte l’anno.

In breve:

E’ meglio per il bambino di usare gli elettrodi pediatrici, ma in casi estremi si può usare il defibrillatore con le piastre per adulti.

Attenzione! Quando si tratta di bambini sotto i 25 kg, gli elettrodi devono essere attaccati diversamente! Vedi l’immagine.
(una placca sul dorso tra le scapole, e una placca sullo sterno/tra i capezzoli; per rianimare in questo caso si mettono le mani sopra la piastra.)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *